Gare

PROCEDURA APERTA PER AFFIDAMENTO DEI SERVIZI RELATIVI ALLA DIREZIONE LAVORI
Procedura aperta ai sensi dell’art. 60, comma 1 e 157 del D.Lgs. 50/2016 e s.m.i per l’affidamento in modalità telematica mediante l’utilizzo della piattaforma eAppaltiFVG dei servizi tecnici di ingegneria e architettura relativi alla direzione dei lavori, coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione, misura, assistenza e contabilità dei lavori di:

  • Ampliamento sede del Polo Tecnologico di Pordenone (CUP: G52I19000070005)

  • Ampliamento sede – Recupero superfici utili in zone attigue al tetto del Polo Tecnologico di Pordenone (CUP: G52I19000300007).


La gara è pubblicata sul portale eAppaltiFVG.

Si reinvia dunque alla piattaforma eAppalti FVG dove sono presenti tutti gli altri allegati di progetto.
PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO SERVIZIO DI EROGAZIONE FINANZIAMENTO

COMUNICAZIONE IMPORTANTE - scadenza e seduta pubblica di apertura buste


18/3/2020

Si comunica che la data di scadenza per la partecipazione alla presente procedura di gara resta ferma al 20/3/2020 alle ore 12.00.

Si chiede dunque ai partecipanti di provvedere a far pervenire i plichi presso la sede del Polo entro tale data, o di procedere in subordine, ma solo se strettamente necessario - ed è dunque preferibile la consegna fisica del plico -, all'invio telematico pec all'indirizzo [email protected]

La data della seduta pubblica di apertura delle buste è fissata per il 27 marzo 2020 alle ore 12.00 ed avverrà, date le contingenze, in via telematica tramite piattaforma Zoom.

Provvederemo ad inviae invito ufficiale mail a tutti i partecipanti dopo il 20 marzo p.v..

 

PROCEDURA APERTA

per l’affidamento del servizio di erogazione di un finanziamento

dell’importo di euro  1.500.000,00

(ai sensi dell’art. 17, comma 1, lettera f), D.Lgs. 18.4.2016 n. 50 e ss.mm.ii.)

Premesso che

  • ai sensi dell’art. 17, comma 1, lettera f) del D.Lgs. n. 50/2016 e ss.mm.ii. (da ora in poi “Codice appalti”), agli appalti “concernenti i prestiti, a prescindere dal fatto che siano correlati all’emissione, alla vendita, all’acquisto o al trasferimento di titoli o di altri strumenti finanziari” non si applicano le disposizioni del Codice medesimo;

  • agli appalti di servizi c.d. esclusi sono però applicabili, per effetto dell’art. 4 del Codice, i “principi di economicità, efficacia, imparzialità, parità di trattamento, trasparenza, pubblicità, tutela dell’ambiente ed efficienza energetica”;

  • pertanto l’affidamento del servizio in oggetto viene effettuato sulla base di una procedura aperta agli operatori economici qualificati, nel rispetto di tali principi generali;

  • il presente bando di gara (contenente le modalità di partecipazione e di affidamento) costituisce, pertanto, “lex specialis” della procedura, anche se, per assicurare il rispetto dei principi menzionati, in alcuni casi si farà riferimento esplicito a specifiche disposizioni del Codice che dovranno ritenersi pertanto applicabili alla presente procedura, restando ferma l’inapplicabilità di qualsiasi altra disposizione del Codice non espressamente richiamata dalla “lex specialis”.


Tutto ciò premesso

Il Polo Tecnologico di Pordenone ScPA (in seguito denominato Polo tecnologico) indice, ai sensi degli artt. 4 e 17, comma 1, lettera f) del Codice, una procedura aperta per l’individuazione di un operatore economico qualificato che possa erogare un finanziamento di euro 1.500.000,00 da destinare alla realizzazione dell’ampliamento della sede del Polo Tecnologico di Pordenone.

La presentazione di offerta da parte degli operatori interessati implica l’integrale accettazione delle prescrizioni contenute nel presente bando.

Il Polo Tecnologico si riserva di affidare il servizio anche in presenza di una sola offerta valida, nonché la facoltà di non procedere all’aggiudicazione nel caso in cui nessuna offerta presentata venga ritenuta conveniente o idonea in relazione all’oggetto del contratto, senza che i concorrenti possano vantare diritti o aspettative di sorta.

Il Polo Tecnologico non è tenuto a corrispondere compenso alcuno ai concorrenti, per qualsiasi titolo o ragione, per le offerte presentate.

In caso di sospensione e/o revoca e/o annullamento della presente procedura di gara oppure di mancata aggiudicazione per decisione motivata del Polo Tecnologico, gli offerenti o l’interessato all’aggiudicazione, non potranno vantare nei confronti del predetto Polo Tecnologico alcun diritto e/o pretesa a titolo risarcitorio o di indennizzo, ivi compreso qualsivoglia rimborso delle eventuali spese sostenute in ragione della partecipazione alla presente procedura.

Art. 1 – Oggetto, importo e durata dell’affidamento

Costituiscono oggetto dell’affidamento la stipula e la gestione del finanziamento dell’importo di euro 1.500.000,00, che dovrà essere erogato secondo le modalità di seguito indicate.

Il finanziamento è regolato dall’art. 42 del T.U. delle leggi in materia bancaria e creditizia (D.Lgs. n. 385/1993) e dalle norme del Codice Civile.

L’importo del finanziamento sarà erogato dall’Istituto bancario al Polo Tecnologico di Pordenone contestualmente all’avvenuto perfezionamento dell’aggiudicazione della gara mediante la stipula del contratto.

L’Istituto bancario aggiudicatario dovrà garantire il corretto svolgimento del servizio e assumere tutti i necessari accorgimenti per espletare lo stesso nel pieno rispetto delle norme in materia e delle indicazioni riportate nel presente bando di gara.

L’Istituto bancario dovrà comunicare qualsiasi modifica che possa intervenire nel sistema organizzativo di gestione del servizio, compresi l’eventuale cambiamento della ragione sociale, il codice IBAN, ecc.

Le caratteristiche fondamentali del finanziamento richiesto sono le seguenti:

  1. Tipologia: tasso variabile con copertura; dato dalla sommatoria semplice (al millesimo) del Parametro e dallo Spread senza alcun arrotondamento;

  2. Parametro: indicazione compiuta del parametro di tasso utilizzato per la determinazione del tasso offerto ed eventuale presenza di “floor”;

  3. Spread: su base annuale, da indicare in sede di offerta;

  4. Durata: 10 (dieci) anni, di cui dodici mesi di preammortamento;

  5. Stipula del contratto entro e non oltre il 10/04/2020 e con possibilità di estinzione anticipata parziale;

  6. Periodicità rata: semestrale;

  7. Commissioni per anticipata riscossione parziale: nessuna;

  8. Commissioni d’istruttoria della pratica: nessuna;

  9. Erogazione finanziamento: unica soluzione;

  10. Spese incasso rata: nessuna.


 Art. 2 – Criteri e modalità di aggiudicazione

Il criterio di aggiudicazione applicato sarà quello del minor prezzo, ai sensi dell’art. 95, comma 4, lett. b) del Codice.

Il servizio, pertanto, sarà aggiudicato all’Istituto bancario che avrà presentato lo SPREAD più basso, che deve essere comprensivo di tutti i costi e remunerazioni per l’Istituto.

Qualora le offerte siano formulate con un decimale composto da un numero superiore a tre cifre, sarà operato il troncamento di tale numero a patire dalla quarta cifra.

La stipula del contratto sarà, pertanto, subordinata alla verifica dell’assenza di qualsiasi spesa aggiuntiva a carico del soggetto appaltante al di fuori dello SPREAD offerto in sede di gara.

Il caso di parità dello SPREAD offerto, si procederà direttamente in seduta pubblica, mediante sorteggio, anche in assenza del legale rappresentante o delegato dei soggetti offerenti.

Alle offerte economiche non si applicherà il subprocedimento di verifica dell’anomalia previsto all’art. 97, Codice.

 Art. 3 - Requisiti di partecipazione

Possono partecipare alla presente procedura di gara tutti gli operatori di cui all’art. 45 del Codice che, alla data di presentazione dell’offerta e per tutto il successivo periodo, risultino in possesso dei seguenti requisiti:

  1. non incorrere in alcune della cause di esclusione di cui all’art. 80 del Codice;

  2. essere autorizzato a svolgere l’attività bancaria, finanziaria e creditizia ai sensi dell’art. 10 del D.Lgs. n. 385/1993 (per le persone giuridiche aventi sede in uno stato membro dell’Unione Europea tale dichiarazione dovrà essere resa con riferimento alla legislazione dello stato membro dell’Unione Europea in cui ha sede). In particolare, per partecipare alla presente procedura, gli operatori devono, a pena di esclusione, essere iscritti agli albi di cui agli artt. 13 e 64 del D.lgs. n. 385/1993, devono essere autorizzati allo svolgimento dell’attività bancaria di cui all’art. 14 del D.Lgs. n. 385/1993 ovvero devono essere iscritti negli elenchi di cui agli artt. 106 e 107 del D.Lgs. n. 385/1993.


Il possesso dei predetti requisiti viene dichiarato da ciascun concorrente con la produzione di dichiarazioni autocertificative ai sensi del D.P.R. n. 445/2000 da inserire nel plico contenente la busta sigillata relativa all’offerta.

 Art. 4 – Modalità di partecipazione alla gara

Per partecipare alla gara l’Istituto di credito dovrà  far  pervenire  con  qualsiasi  mezzo  nella sede del Polo Tecnologico non più tardi

delle ore 12.00 del giorno  20.03.2020

un plico, sigillato e controfirmato dal legale rappresentante, o di chi ne fa le veci, sui lembi di chiusura, recante oltre all’indicazione del mittente, la seguente dicitura:

Gara del giorno 20.03.2020 


Offerta per l’affidamento di servizi finanziari relativi all’accensione di un mutuo chirografario da destinare al finanziamento dei lavori di ampliamento della sede del Polo Tecnologico di Pordenone.

Resta inteso che il recapito del plico rimane ad esclusivo rischio del mittente e che pertanto il Polo Tecnologico è esonerato da ogni responsabilità per gli eventuali ritardi di recapito o di invio ad ufficio diverso da quello sopra indicato.

Non sono ammesse proroghe.

Tale plico dovrà contenere:

A. OFFERTA

L’offerta dovrà essere racchiusa in apposita busta sigillata e controfirmata dal legale rappresentante o da un suo delegato nei lembi di chiusura, a pena l’esclusione dalla gara.

L’offerta dovrà essere compilata e sottoscritta dal titolare o legale rappresentante, o di chi ne fa le veci, su tutte le pagine ed ogni eventuale correzione dovrà essere espressamente controfirmata e sottoscritta.

B. DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA

Tutte le dichiarazioni sostitutive richieste ai fini della partecipazione alla presente procedura di gara devono essere in lingua italiana e devono essere rilasciate ai sensi degli artt.. 46 e 47 del D.P.R. 28/12/2000, n. 445, in carta semplice, con la sottoscrizione del dichiarante (rappresentante legale del candidato o altro soggetto dotato del potere di impegnare contrattualmente il candidato stesso); a tal fine le stesse devono essere corredate dalla copia fotostatica di un documento di riconoscimento del dichiarante in corso di validità.

Potranno essere sottoscritte anche da procuratori dei legali rappresentanti, in tal caso va allegata anche copia della procura.

Art. 5 – Chiarimenti ed eventuale ulteriore documentazione amministrativo-fiscale

È possibile ottenere chiarimenti ed informazioni ed ulteriore documentazione amministrativo-fiscale sulla presente procedura mediante la proposizione di quesiti scritti da inoltrare all’indirizzo PEC del Polo Tecnologico entro e non oltre il termine delle ore 12.00 (mezzogiorno) del giorno 18.03.2020.

Non saranno, pertanto, fornite risposte ai quesiti pervenuti successivamente al termine indicato.

Le risposte alle richieste di chiarimento e/o eventuali ulteriori informazioni sostanziali in merito alla presente procedura, saranno pubblicate in forma anonima sul profilo del Polo Tecnologico.

 Art. 6 – Subappalto

Non è ammesso il subappalto né alcuna tipologia di contratto continuativo di cooperazione o servizio.

 Art. 7 – Tracciabilità dei flussi finanziari

L’aggiudicatario è tenuto al rispetto delle nome in materia di tracciabilità dei flussi finanziari di cui alla Legge 136/2010 e s.m.i.

Sarà premura del Polo Tecnologico curarne l’osservanza con idonea previsione del contratto.

 Art. 8 – Definizione delle controversie

Tutte le controversie derivanti dal contratto formalizzato all’esito della presente procedura saranno deferite alla competenza dell’Autorità Giudiziaria Ordinaria, salva l’eventuale giurisdizione amministrativa del TAR Friuli Venezia Giulia, rimanendo in ogni caso esclusa la competenza arbitrale.

Art. 9 - Visione e acquisizione documenti – Apertura delle buste

Il presente bando viene pubblicato integralmente sul sito del Polo Tecnologico.

L’apertura delle buste avverrà in seduta pubblica previa comunicazione di data ed ora ai concorrenti.

 Art. 10 - Trattamento dei dati personali

I dati personali acquisiti con la presente procedura saranno depositati nel portale https:// eappalti.regione.fvg.it e trattati nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 e s.m.i. e del Regolamento UE 2016/679 esclusivamente per le finalità inerenti alla gara.

Il trattamento dei dati avverrà per mezzo di strumenti e/o modalità volte ad assicurare la riservatezza e la sicurezza dei dati, nel rispetto di quanto disposto dal D.Lgs. 196/2003 e dal Regolamento (UE) 2016/679.

Il Titolare del trattamento dei dati di cui alla presente Informativa è l’ing. Giovanni Francesco Scolari direttore generale del Polo Tecnologico di Pordenone Via Roveredo 10/B – 33170 Pordenone, tel. 0434 507511, e-mail [email protected] , [email protected], PEC [email protected]

Il Responsabile della protezione dei dati (RPD) ai sensi dell’articolo 28 del Regolamento UE 2016/679 è l’ing. Giovanni Francesco Scolari direttore generale del Polo Tecnologico di Pordenone Via Roveredo 10/B – 33170 Pordenone, tel. 0434 507511, e-mail [email protected], [email protected],, PEC [email protected]

 Art. 11 – Responsabile del procedimento

Il Responsabile del procedimento è l’ing. Giovanni Francesco Scolari direttore generale del Polo Tecnologico di Pordenone Via Roveredo 10/B – 33170 Pordenone, tel. 0434 507511, e-mail [email protected], [email protected], PEC [email protected]

 

Pordenone, 28.02.2020.
PROCEDURA APERTA AI SENSI DELL’ART. 36 COMMA 2 LETTERA D) E DELL’ART. 60 DEL D.LGS 50/2016 E S.M.I.: APPALTO INTEGRATO PER LA REDAZIONE DEL PROGETTO ESECUTIVO ED ESECUZIONE DEI LAVORI DI AMPLIAMENTO DELLA NUOVA SEDE DEL POLO TECNOLOGICO DI PORDENONE
PROVVEDIMENTO DI ESCLUSIONE OPERATORE ECONOMICO

Procedura aperta ai sensi dell’art. 36 comma 2 lettera d) e dell’art. 60 del D.Lgs 50/2016 e s.m.i. relativa all’appalto integrato per la redazione del progetto esecutivo (sulla base del progetto definitivo) e l’esecuzione dei lavori di ampliamento della sede del Polo Tecnologico di Pordenone.

CUP: G52I19000070005 - CIG: 798524831C

Con provvedimento del 8 ottobre 2019, la commissione  giudicatrice così costituita:

  • Ing. Giovanni Francesco Scolari, con funzione di Presidente

  • Ing. Renzo Scramoncin, libero professionista, con funzione di Commissario

  • Avv. Dania Benedet, libero professionista, con funzione di Commissario


ha escluso l'operatore economico CONSORZIO STABILE ENERGOS.
PROCEDURA APERTA AI SENSI DELL’ART. 36 COMMA 2 LETTERA D) E DELL’ART. 60 DEL D.LGS 50/2016 E S.M.I. RELATIVA ALL’APPALTO INTEGRATO PER LA REDAZIONE DEL PROGETTO ESECUTIVO ED ESECUZIONE DEI LAVORI DI AMPLIAMENTO DELLA SEDE DEL POLO TECNOLOGICO DI PORDENONE
PROVVEDIMENTO DI NOMINA COMMISSIONE GIUDICATRICE

Procedura aperta ai sensi dell’art. 36 comma 2 lettera d) e dell’art. 60 del D.Lgs 50/2016 e s.m.i. relativa all’appalto integrato

per la redazione del progetto esecutivo (sulla base del progetto definitivo) e l’esecuzione dei lavori di ampliamento della sede del Polo Tecnologico di Pordenone.

CUP: G52I19000070005 - CIG: 798524831C

Con provvedimento di nomina del 2 ottobre 2019, la commissione  giudicatrice risulta così costituita:

Ing. Giovanni Francesco Scolari, con funzione di Presidente

Ing. Renzo Scramoncin, libero professionista, con funzione di Commissario

Avv. Dania Benedet, libero professionista, con funzione di Commissario
PROCEDURA APERTA AI SENSI DELL’ART.36 COMMA 2 LETT. D) E DELL’ART.60 DEL D.LGS 50/2016 E S.M.I.: APPALTO INTEGRATO PER LA REDAZIONE DEL PROGETTO ESECUTIVO E L’ESECUZIONE DEI LAVORI DI AMPLIAMENTO DELLA SEDE DEL POLO TECNOLOGICO DI PORDENONE
CUP: G52I19000070005 - CIG: 798524831C

APPALTO AFFIDATO A COSTRUZIONI INGG. PENZI SPA PER € 1.491.328,81185

Per i modelli, la programmazione e gli elaborati di progetti si reinvia alla piattaforma e-Appalti FVG